domenica 1 dicembre 2013

Tra Arte e Moda




Quando si parla di Roma, è quasi impossibile non parlare anche di arte e moda. Le storiche vie del centro simboleggiano da sempre l’arte, attraverso i ritrattisti di strada, le botteghe artigianali ormai quasi del tutto scomparse, le gallerie d’arte. E sempre al centro di Roma si trovano anche atelier delle più grandi maison di moda. “Consapevoli di questa identità, a partire da questo numero, dedicheremo uno spazio all’arte e alla moda, affi dando a me la responsabilità e l’onore di presentare ai lettori eventi e personaggi nella Roma capitolina.
La scelta immagino, non sia casuale, considerato che nella vita svolgo la professione di pittore. Molte testate giornalistiche di arte si sono interessate alle mie opere, soprattutto negli ultimi due anni, definendomi “il pittore delle dive”, soggetti che riproduco su tela: dive del cinema e della musica, da Marilyn Monroe a Audrey Hepburn, Anna Magnani e Aretha Franklin. Formato all’Accademia di Belle Arti di Roma sotto la guida del maestro Paolo Ferruzzi, ho lavorato come scenografo nei più importanti teatri di Roma con artisti di fama internazionale e in tv nel programma “Rai Notte” di Stefania Quattrone e Gabriele La Porta, dove dipingevo in diretta. Il mio percorso artistico mi ha permesso a metà novembre di essere il primo artista ad unire nella capitale Arte e Moda in un unico evento “Fashion on” ideato e condotto dalla bravissima Liana Amicone, ideatrice, organizzatrice di eventi culturali e artistici e sociali con particolare attenzione all’Alta Moda. Tra i tanti eventi di Liana ne ricordiamo in particolare uno (unico ed innovativo nel suo genere) che unì il sociale al fashion nel celebre format “Modelle Rotelle” di cui è stata coideatrice, ed è stato il primo concorso di moda e bellezza rivolto a ragazze in piedi ed in carrozzina senza distinzioni per abbattere qualsiasi tipo di frontiera e pregiudizio.” “Fashion On” è stato il primo evento della capitale ad unire Arte e moda. I tessuti utilizzati e i modelli che guardano al futuro sono stati presentati in una scenografi a impreziosita dalle opere esposte del maestro d’arte Daniele Pacchiarotti , ospite d’onore della serata. “Mi definiscono ritrattista delle dive ma non è proprio esatto. La diva per me è la parte vanesia che c’è in ognuno di noi, quindi in realtà chiunque potrebbe essere ritratto e diventare protagonista di quel momento storico, essere la diva che si ritrova di fronte a se stesso, sulla tela”.




domenica 10 novembre 2013

Moda e arte con Fashion On...sfilata di moda tra i quadri di Daniele Pacchiarotti

I 7 quadri in mostra.

ROMA - “Fashion On”: il primo evento della capitale ad unire arte e moda. Liana Amicone, celebre ideatrice e conduttrice di eventi Alta Moda Roma, sceglie l’arte del maestro Daniele Pacchiarotti. Si è tenuta nella discoteca “Futurarte” di Roma, suggestiva location dell’Eur, la serata “Fashion On”, organizzata e presentata da Liana Amicone, la nota organizzatrice di eventi di alta moda e spettacolo a Roma. L’evento ha unito per la prima volta in un’unica serata arte e moda. A sfilare gli abiti delle giovani stiliste Pamela Fornari, Silvia Guida, Giorgia Crocetti, Roberta Sinopoli e Manuela Rasori. 

I tessuti utilizzati e i modelli che guardano al futuro sono stati presentati in una scenografia impreziosita dalle opere esposte del maestro d’arte Daniele Pacchiarotti, ospite d’onore della serata. Pittore, scenografo, ritrattista, decoratore, scoperto dal giornalista e conduttore Gabriele La Porta nel programma “Anima Guarire” di Rai Notte, Pacchiarotti è stato definito dalla critica il “ritrattista delle dive” per i soggetti che ritrae, da Anna Magnani a Madonna, Audrey Hepburn, Marilyn Monroe, icone del cinema e della musica che hanno segnato un’epoca con il loro stile e eleganza attraverso abiti realizzati per loro dalle più grandi firme dell’alta moda, come Audrey Hepburn che aveva scelto come propria stilista Coco Chanel, Anna Magnani spesso vestita da Gattinoni, o Madonna, che ha consacrato al successo Jean Paul Gaultier. 

“Mi definiscono ritrattista delle dive ma non è proprio esatto”, precisa il giovane e apprezzato artista romano Daniele Pacchiarotti ai microfoni di Liana Amicone. “La diva per me è la parte vanesia che c’è in ognuno di noi, quindi in realtà chiunque potrebbe essere ritratto e diventare protagonista di quel momento storico, essere la diva che si ritrova di fronte a se stesso, sulla tela”. 

Le modelle che hanno sfilato sono Valentina Venditti, Silvia Anne Georgiana Dudu, Gloria Gallo, Maria Sofies Palmieri, Arianna Passi, Martina Latini, Veronica D'Agostino, Erica Prinzi, Valeria Paris.

di Marzia Pomponio



all'interno del locale.


fonte: www.cinquew.it







Con Liana Amicone durante l'intervista.
C’ è chi nasce con la camicia e chi nasce con una matita in mano e lui è nato con la matita. Una vita, seppur sia ancora giovane, a disegnare e studiare come perfezionare il suo tratto. Lo incontro ad uno degli eventi della mondanità romana in cui sono esposti alcuni dei suoi ritratti a Dive quali la nostra italiana nonché romana Anna Magnani, ma anche Madonna, Audrey Hepburn e la mitica Marilyn Monroe. Due battute nel back stage e si crea subito un’empatia per cui iniziamo a parlare e nasce così la nostra intervista.
Daniele, come nasce la tua passione? – “Nasce con me, ho impugnato la mia prima matita come ogni bambino e non l’ho lasciata più. E’ diventata un modo per esprimermi e per dare forma al mio modo di vedere le cose e le persone. Ogni giorno il mio tratto acquisiva l’emozione che la giornata mi aveva dato e lo studio per cercare di perfezionarlo.
Come hai iniziato il percorso verso questi tuoi successi? – Ho iniziato studiando all’Istituto d’Arte per poi laurearmi in Scenografia presso l’Accademia delle Belle Arti di Roma e, già durante gli studi, ho iniziato a lavorare in importanti spettacoli televisivi e teatrali, ma soprattutto ho avuto l’onore di fare le scenografie per degli spettacoli sia al Teatro dell’Opera di Roma che per il Teatro Brancaccio.
Suppongo che tu abbia collaborato con importanti nomi: vuoi dircene qualcuno? – Bhè forse il primo lavoro con grandi nomi è stato “Scommettiamo che..” con la regia di Guardì e la conduzione delle mitica coppia Cuccarini-Columbro, poi c’è stata la lunga collaborazione con Gabriele La Porta, ma ho anche lavorato per gli spettacoli con Paolo Bonolis, Gabriel Garko e per il film di Ettore Bassi.
Da tutte queste tue collaborazioni sembra che tu abbia una carriera ultraventennale, invece sei poco più che trentenne – Si, infatti. Devo ammettere che ho iniziato a lavorare prestissimo, già mentre studiavo. Ed ho avuto anche un po’ la fortuna di poter lavorare continuativamente ed in situazioni importanti, ma sono ancora giovane ed ho tanta strada davanti a me.
Del tuo modo di porti colpisce immediatamente la grande umiltà: come fai a non montarti la testa? – Per me è normale fare ciò che faccio. E’ solo l’espressione del mio modo di essere e di interpretare la realtà. E’ un lavoro come un altro, ma il mio è anche una gioia. E poi nei personaggi che incontro cerco di guardare oltre l’immagine che vedono gli altri.
Infatti sei ritornato al tuo vecchio amore, cioè i ritratti…. E non solo di Dive… come si dice spesso di te. – Si i ritratti sono la mia passione. Far apparire tramite la mia matita quegli occhi e quelle espressioni come li sento dentro di me è per me un’emozione enorme! Come quando ho visto apparire gli occhi di Marylin e mi son chiesto se fossi stato veramente io a disegnarli. Ma ognuno di noi ha dentro un’anima da Diva e non soltanto le bellissime che ritraggo. Sono il ritrattista ufficiale della Monroe in Italia, ma amo i ritratti della Magnani, della Hepburn, dell’Anita nazionale, così come amo i ritratti della gente comune che vogliono essere disegnati dalla mia matita. Si il ritratto è, almeno al momento, la mia forma di espressione che mi coinvolge di più.
La serata deve continuare e lo saluto cordialmente e con la stessa semplicità con la quale si saluta il vicino di casa. Ma, nonostante la sua apparente normalità, lui non è uno come tanti: lui ha dentro una luce che vedi solo guardando le sue Opere.

di Sara Lauricella
Con Liana Amicone.

fonte: www.ventonuovo.eu
foto: Antonello Ariele Martone e Giancarlo Fiori





lunedì 5 agosto 2013

Glam Sphinx



50x80, acrilico su tela
decorato con glitter oro e argento e strass di swarovski
(le decorazioni sono state fatte insieme ad Antonello Ariele Martone)

Primo piano


qui di seguito una sequenza di dettagli





il quadro prima dello sfondo glitterato

domenica 4 agosto 2013

mercoledì 24 luglio 2013

Marilyn Monroe

ritratto su tela 60x90 cm, acrilico in bianco e nero con labbra e occhi a colori


Le foto finali prima del distacco :-(




La fase della nascita :-)



"Very nice" .....by Suzie Kennedy (from facebook) 

lunedì 22 aprile 2013

Anna Magnani


Ritratto della grande attrice romana realizzato per l' Osteria dal 1931.



dettaglio del volto





All'interno del locale.





Consegna del quadro ai proprietari.